Strumenti clinici per reparti neonatali e pediatrici

I pazienti e le loro famiglie si affidano alle cure dei medici quando sono più vulnerabili. Per ottenere la loro fiducia e per tranquillizzarli, Spacelabs fornisce notifiche critiche e informazioni concepite per migliorare l’assistenza ai pazienti. Spacelabs aumenta l’efficienza dei medici standardizzando i flussi di lavoro, fornendo strumenti utili per le decisioni cliniche e riducendo lo stress provocato dagli allarmi, standardizzando al tempo stesso i flussi di lavoro.

Gestione A-B-C

Il monitoraggio continuo con il tracciamento della tendenza dello stato di ventilazione e ossigenazione di pazienti neonatali e pediatrici può essere particolarmente complesso. Gli strumenti clinici Spacelabs per reparti pediatrici garantiscono la consapevolezza e facilitano i processi decisionali correlati all’assistenza di questa popolazione di pazienti unica.

  • Varitrend® è il dispositivo Spacelabs per ossicardiorespirogramma che fornisce in tempo reale il trend con codifica a colori degli eventi definiti dall’operatore per un numero di parametri da uno a quattro: ECGRESPSpO2 e doppia SpO2EtCO2, TcpCO2 e TcpO2. Miglioramento dell’assistenza tramite la corretta identificazione delle cause sottostanti.
  • Assistenza mirata grazie alla personalizzazione dei trend grafici e tabellari in base al tipo di paziente o di operatore dal posto letto oppure da qualunque postazione di lavoro collegata in rete.
  • Spacelabs consente il doppio monitoraggio della SpO2utilizzando la tecnologia SpO2 preferita: Spacelabs, Masimo o Nellcor (Covidien).
  • La collaborazione è fondamentale nei reparti neonatali e pediatrici critici. Smart Disclosure è una soluzione 3×1 che include la collaborazione remota, consentendo ai neonatologi e ai pediatri di collaborare per migliorare la prognosi dei pazienti.
  • I tracciati e altri dati approfonditi sono consultabili da remoto negli studi medici.
  • Dati retrospettivi sui tracciati, allarmi correlati ad apnea, bradicardia, desaturazione e altri parametri monitorati.
Creazione di un ambiente più tranquillo e più sicuro

La gestione degli allarmi nell’età evolutiva può essere complessa, specialmente se si considera che nell’85–99% dei casi gli allarmi non sono clinicamente significativi*. La consapevolezza dello stato del paziente e la disponibilità di avvisi realmente utili sono fondamentali nei reparti di terapia intensiva neonatale e pediatrica. Gli strumenti Spacelabs consentono di determinare rapidamente lo stato del paziente, facilitare le decisioni cliniche e gestire efficacemente gli allarmi, creando un ambiente più tranquillo.

  • Ambienti più tranquilli, basati su allarmi visivi piuttosto che acustici. Le segnalazioni visive degli allarmi sui monitor QubeQube Mini e Xprezzon lampeggiano in vari colori in base alla priorità degli allarmi. Unendo questa funzione con gli avvisi remoti per il personale infermieristico, è possibile collocare una segnalazione supplementare indipendente all’esterno di ambienti privati per migliorare ulteriormente le indicazioni visive correlate agli allarmi, riducendo al tempo stesso lo stress provocato dai rumori e dagli allarmi.
  • Tramite gli strumenti per la gestione degli allarmi, i medici avranno a disposizione tutti gli eventi clinici significativi con funzioni come la barra cronologica degli allarmi e l’escalation degli allarmi per determinati parametri.
  • Toni di escalation degli allarmi disponibili per ECG, SpO2 e monitoraggio della pressione invasiva. L’allarme per desaturazione fornisce un’ulteriore notifica per i pazienti che continuano a peggiorare dopo l’allarme iniziale di bassa SpO2.
  • Mentre i monitor da posto letto e le centrali di monitoraggio sono dispositivi di allarme primari, l’interfaccia ENI (Enterprise Network Interface) consente la distribuzione dei dati di allarmi retrospettivi a dispositivi terzi, ad es. smartphone e Vocera. Consapevolezza dello stato dei pazienti anche lontano dal posto letto.
  • Il tipo di paziente consente di scegliere in maniera rapida e semplice le impostazioni predefinite per i pazienti, con la possibilità di selezionare fino a 4 diverse opzioni pediatriche:
Nessun battito ignorato, neppure durante il trasporto

Dal momento in cui un paziente viene collegato a un monitor da posto letto, per tale paziente viene creato un grafico elettronico con il trasferimento automatico dei segni vitali e dei tracciati. Al ricovero presso il monitor, i dati demografici del paziente vengono associati alle informazioni e viene creata una documentazione ininterrotta. Un flusso di lavoro standardizzato attualmente include anche la gestione efficiente del paziente e del flusso di dati.

  • Una volta acquisite e analizzate le informazioni, è possibile stamparle su qualunque stampante collegata in rete o stampare la cartella clinica elettronica.
  • Qube Mini o Qube Drive consentono di collegare e scollegare semplicemente il monitor wireless per il trasporto del paziente senza rinunciare alla disponibilità di dati estremamente precisi sul posto letto.
  • Qube Drive e Qube Mini sono dotati di batteria ad elevata autonomia per percorrere lunghe distanze.
  • Siccome le soluzioni Qube Qube Mini sono wireless, i dati vitali vengono inviati automaticamente nella cartella clinica elettronica.
  • Dopo il trasporto, Data Shuttle trasferisce elettronicamente tutti i dati demografici e di monitoraggio del paziente dal monitor di trasporto al monitor da posto letto, semplificando il processo di ricovero, dimissione e trasporto.

Non tutti i prodotti sono disponibili per la vendita in tutti i Paesi. Rivolgersi al rappresentante Spacelabs Healthcare locale o all’ufficio regionale competente per ulteriori informazioni.

Download delle soluzioni per terapia intensiva neonatale e pediatrica (pdf)

* TJC Sentinel Event Alert, Issue 50, April 8, 2013