Modulo SvO2/ScvO2 - Parametri

L’uso del monitoraggio della saturazione dell’ O2 venoso su pazienti in condizioni critiche, spesso come parte di un protocollo EGDT (Early Goal-Directed Therapy, Terapia precoce diretta al raggiungimento di un obiettivo) o nell’ambito di uno screening della sepsi, è sempre più frequente come ausilio nella valutazione dei danni cardiovascolari e respiratori. La saturazione dell’ossigeno nel sangue venoso misto (SvO2) e nel sangue venoso centrale (ScvO2) sono utilizzati per valutare l’equilibrio tra apporto e consumo di ossigeno.

L’introduzione di un catetere nel sistema venoso è meno invasiva rispetto al monitoraggio arterioso, pertanto questa tecnica agevola il monitoraggio su un numero maggiore di pazienti. La sonda per la ScvO2 può essere posizionata in una linea centrale da 16 cm o 20 cm già presente, riducendo o eliminando la necessità di cambiare i cateteri venosi centrali per consentire il monitoraggio continuo della ScvO2.

Questo prodotto non è disponibile per la vendita in tutti i Paesi. Rivolgersi al rappresentante Spacelabs Healthcare locale o all’agenzia regionale competente per ulteriori informazioni.